IRAN | Donna vita libertà

STRADE / IRAN | Donna vita libertà

IRAN | Donna vita libertà

Due reportage che ci permettono di entrare nella complessa situazione in Iran e nel Kurdistan siriano dove operiamo per la tutela di diritti fondamentali quali la salute. La fotografia di un momento storico di richiesta ad alta voce di diritti e libertà, portata avanti da uomini e donne coraggiose, spesso perseguitate, incarcerate ed uccise per il loro impegno politico, civico, giornalistico. Dal 20 al 27 ottobre 2023 abbiamo ospitato l’attivista e giornalista curdo-iraniana Zayneb Zinat Bayazidi, esiliata politica in Europa dopo 4 anni di carcere in Iran, vincitrice del Premio Internazionale per i diritti umani Daniele Po 2023, portando la sua voce e testimonianza a più di 1200 studenti e cittadini con incontri aperti di sensibilizzazione e approfondimento.

Reportage 1

Il popolo Curdo è da sempre un popolo senza un proprio Stato e tutt’oggi vive in 4 nazioni fra loro confinanti: Siria, Iran, Iraq, Turchia e prende il nome di Kurdistan, la terra dei curdi. L’obiettivo primario del popolo curdo è sempre stata l’autodeterminazione e la possibilità di avere un proprio Stato. Per questo la discriminazione e violenza nei loro confronti è sempre stata alta. Molte attiviste curde sono state imprigionate negli anni, torturate e uccise per il loro impegno civico e provenienza e anche oggi molte sono rinchiuse nelle prigioni iraniane e siriane in attesa di giudizio o esecuzione.

Reportage 2

Il 16 settembre 2022 Jina Mahsa Amini, giovane curdo-iraniana muore dopo i maltrattamenti subiti dalla polizia morale del regime iraniano. Da quel giorno in Iran e nel mondo si solleva una protesta rivoluzionaria che invoca libertà e diritti per le donne sotto lo slogan Donna Vita Libertà. In Iran nelle proteste si uniscono anche uomini e studenti e il regime risponde con maggiore oppressione con esecuzioni sommarie e repressioni di massa.  Una rivoluzione che lentamente e attraverso il coraggio di donne e uomini potrà portare forse un giorno aperture di libertà e diritti in una nazione da anni sotto un regime teocratico totalitario.

Noi operiamo nel Kurdistan Siriano accanto ad organizzazioni che si occupano di tutela dei diritti di donne e bambini con interventi sanitari a sostegno di centri di salute come la Casa della Salute di Shehba.

Category

Reportage

Tags

cooperazione internazionale, Iran, mondo, reportage