ALESSANDRO MAZZINI

Presidente di STRADE, pluriennale esperienza in progettazione, gestione, rendicontazione e monitoraggio di progetti nazionali, Europei ed Internazionali. Capoprogetto con ruoli di responsabilità di direzione ed amministrativi in interventi di cooperazione allo sviluppo in Africa (Emergency NGO) ed Europa (varie ONG) in materia di inclusione sociale, tutela dei diritti, educazione e sanità. Coordina il settore Progetti di STRADE e l’attività di sviluppo istituzionale.

RITA VENTUROLI

Coordinatrice educativa di STRADE, pluriennale esperienza nella gestione di progetti educativi rivolti a bambini e giovani in situazione di marginalità, emergenza e disagio in Romania, Iraq e Sierra Leone con diverse ONG e Associazioni. In Italia si è occupata di donne vittime di tratta nei centri di accoglienza per richiedenti asilo e nella creazione di percorsi espressivi ed educativi per i bambini delle scuole primarie.

MARCELLO MARTUCCI

Operatore sociale di STRADE e percussionista specializzato in laboratori musicali per migranti e giovani. Attraverso la musica, facilita i processi di dialogo interculturale e l’espressività musicale con la quale è possibile superare le barriere linguistiche. Comprovata esperienza con giovani richiedenti asilo e disabili. Laurea in scienze motorie esperienza nella formazione di animatori giovanili, giovani beneficiari attraverso tecniche sportive. Percussionista all’interno del progetto artistico “Psycodrummers”.

MARIANA PETREA

Operatrice sociale di STRADE con anni di esperienza in progetti educativi per bambini provenienti da zone rurali e disagiate. Ha sviluppato attività di volontariato e alfabetizzazione attraverso l’educazione non formale per bambini e giovani di comunità rom in Romania e in Italia. Ha lavorato per molti anni nelle scuole di Formazione Professionale con giovani a rischio di abbandono scolastico. Specializzata in servizi di orientamento e consulenza per l’impiego di persone vulnerabili. È appassionata di letture per l’infanzia e di attività educative non formali che valorizzano principalmente l’ambiente e la natura.

 

GIULIA NASCIMBENI

Graphic designer. Ha studiato design del prodotto presso il dipartimento di architettura dell’Università di Ferrara ed è specializzata in fotografia per i beni culturali presso l’ISIA di Urbino (IT). Da due anni lavora sull’identità del marchio, la progettazione grafica e la fotografia applicata ad eventi urbani e culturali. È interessata all’arte e al campo creativo come un modo per scoprire le culture. Passione per piante e i fiori come espressività nei contesti urbani.

MASSIMILIANO PIVA

Regista teatrale e attore professionista con comprovata esperienza in campo teatrale e nell’inclusione di persone con disabilità, giovani a rischio di esclusione sociale, giovani richiedenti asilo. Si è esibito in Europa e nel mondo in festival teatrali e festival di strada. Dal 2001 sta sviluppando un percorso performativo teatrale per il Sociale chiamato “Cosquillas Theatre Methodology” rivolto a persone fragili e vulnerabili, utilizzato per la formazione di educatori, insegnanti, animatori e beneficiari al fine di prevenire fenomeni quali abbandono scolastico, esclusione sociale e isolamento.

BRUNO LEGGIERI

Fotografo e videomaker professionista. Dopo la laurea in Tecnologie per la comunicazione audiovisiva ha migliorato le sue conoscenze tecniche con corsi post laurea in Italia, Repubblica Dominicana e Argentina con particolare attenzione al genere documentario. In Argentina ha collaborato con agenzie di produzioni televisive, con teatri, associazioni culturali ed eventi internazionali. Ha collaborato con associazioni che lavorano nelle “Ville” di Buenos Aires per la valorizzazione artistica di giovani artisti che vivono situazioni di disagio sociale.

KELVIN PEREIRA DOS SANTOS

Operatore sociale di STRADE. Ha lavorato con i bambini nelle favelas del Brasile creando percorsi di inclusione sociale attraverso l’utilizzo di diversi strumenti artistici. Attivo nei gruppi giovani dei vari movimenti sociali per le diverse minoranze in Brasile. Dal 2018 collabora al percorso performativo teatrale per il Sociale chiamato “Cosquillas Theatre Methodology assieme a Massimiliano Piva, sviluppando progetti teatrali rivolti a persone con disabilità, giovani a rischio di esclusione sociale e giovani richiedenti asilo.